Scuola internazionale delle Arti e della Cultura italiana

claim blog

Se Firenze fosse una persona…

tanner

Come puoi spiegare ad un’altra persona qualcosa che ami profondamente, e farlo in modo che la comprenda veramente? Che si tratti della vostra canzone preferita, del posto migliore per sedersi a leggere un libro, o del più bel tramonto, tutte queste sono situazioni difficili da descrivere, perché intangibili. E ciò è ancora più frustrante, perché normalmente gli elementi intangibili sono anche più significativi di quelli tangibili. Quando mi è stato chiesto di descrivere la mia esperienza e le mie impressioni su Firenze dopo 4 mesi di vita e studio in città, mi sono spaventato. Per me è già difficile raccontare ad un amico cosa ho fatto nel fine settimana, figuratevi la mia intera esperienza study abroad a degli sconosciuti…
Add a comment

VAI ALL'ARTICOLO >

0
0
0
s2smodern

Diventare creativi a Firenze

larryL’esperienza di vivere a Firenze ti fa sentire vivo e realizzato come nessun’altra città. Mihaly Csikszentmihalyi è uno psicologo ungherese che ha passato la maggior parte della sua carriera a condurre ricerche sulle “esperienze ottimali”. Le idee che ha descritto nel suo libro Flow: The Psychology of Optimal Experience del 1990 aiutano a spiegare il senso di realizzazione che potresti provare a Firenze.

Add a comment

VAI ALL'ARTICOLO >

0
0
0
s2smodern

La dolce vita in Italia

jimmiUno studente universitario ordinario, novanta giorni straordinari

Ciao! Se desiderate scoprire com’è l’esperienza dello Study Abroad a Firenze, siete nel posto giusto, amici miei. E soprattutto, questo è il momento giusto, nella vostra vita, per vedere il mondo. L’AEF vi accoglie e vi fa conoscere Firenze: perché guardarla in TV o leggerla nei libri se potete vederla di persona?
Lasciate che vi conduca in questo viaggio…

Add a comment

VAI ALL'ARTICOLO >

0
0
0
s2smodern

Studiare Jazz a Firenze: la storia di Kitjia

esperienza studio allesteroKitjia Ernstsone viene dalla Lettonia ed è una musicista. Nel suo paese ha studiato pianoforte e sassofono, e la sua formazione è di tipo classico. Quando è stato il momento di decidere in quale direzione continuare i suoi studi, ha sentito che doveva coltivare la sua crescente passione per il jazz. Voleva anche arricchire la sua esperienza con un periodo di studio all'estero, ed ha cominciato a guardarsi intorno. Così, nel 2016 è arrivata all'AEF.

Add a comment

VAI ALL'ARTICOLO >

0
0
0
s2smodern

   Cookie policy    Privacy policy